Pexels Tara Winstead 6479549

Healthy corner – L’energia che serve al nostro corpo

Mentre scriviamo, l’Italia si trova in zona rossa o arancione e tutti cominciamo a guardare con speranza e bramosia all’estate, e alla conseguente prova costume. Anche le feste di Pasqua sono passate e, come per ogni festività, i social si sono riempiti di paragoni tra i vari dolci pasquali: ci sono più grassi nell’uovo di Pasqua o nella colomba? È più calorico l’uovo al cioccolato bianco o quello fondente extra con nocciole? Lasciateci dire che si tratta di confronti inutili, se non dannosi e ossessivi. Come già ricordato nei nostri auguri di inizio anno per questo 2021, un paio di giorni di pasti ‘’fuori dallo schema’’ (salvo le poche eccezioni riguardanti soggetti con specifiche malattie metaboliche) non avranno di certo un impatto negativo sulla nostra salute.

 

 

L’energia di cui ha bisogno il nostro corpo. Ogni giorno, al risveglio, ci troviamo ad affrontare un debito energetico nei confronti del nostro corpo, un debito che possiamo misurare in chilocalorie. Questo debito ha un nome preciso, che molti di voi avranno già sentito: metabolismo basale; con questo termine si intende l’energia di cui il nostro corpo necessita per compiere le funzioni vitali, come far battere il cuore, respirare, mantenere i nostri organi funzionanti e in generale garantire l’omeostasi, il corretto equilibrio del nostro organismo.

Ma non finisce qui, perché una volta estinto questo primo debito giornaliero, non abbiamo ancora fatto abbastanza per la nostra salute. Ci servirà infatti ulteriore energia per compiere tutte le altre azioni che fanno parte della nostra quotidianità. Anche se stessimo tutto il giorno seduti al pc o sdraiati sul divano a poltrire, il nostro corpo avrebbe comunque necessità di ulteriore energia per poter osservare, ragionare, comprendere, memorizzare, ma anche per quelle micro azioni quali cliccare sul mouse, cambiare canale. Insomma, ogni giorno abbiamo un fabbisogno di energia, che possiamo saldare solo mangiando!

Cosa e quanto mangiare è poi una questione molto personale e può cambiare di giorno in giorno. Per capirlo bisogna innanzitutto ascoltare i propri bisogni e il proprio senso di fame e sazietà.  Se poi c’è una patologia da trattare o se pensiamo di aver perso il controllo su questo ambito della nostra vita, possiamo chiedere l’aiuto di uno specialista.

 

 

I meccanismi da evitare. Vi è capitato che vi abbiano detto che il cibo dobbiate meritarvelo? Sappiate che con queste affermazioni non hanno agito nei vostri interessi. Ossessionarsi sulle sole equivalenze caloriche è estenuante e rischia di avere un effetto controproducente, portandoci a star peggio e ad innescare dei meccanismi che alla lunga possono portare addirittura a dei veri e propri disturbi del comportamento alimentare.

Cosa dobbiamo fare quindi? Lavorare sulla nostra routine e sulle abitudini alimentari, perché (come già detto qui), certo che fare attività fisica fa bene, certo che “mangiar bene” è salutare, ma non dimentichiamoci dell’importanza, per la nostra salute psico-sociale e non solo, delle feste! Ne abbiamo semplicemente diritto!

Per cui, anche se durate le feste pensate di aver decisamente esagerato con il cibo, ricordate che anche oggi avete un debito energetico e quindi la necessità di nutrirvi! Speriamo abbiate passato una Serena Pasqua e stiate cominciando ad assaporare questa primavera e gli ottimi prodotti che questa stagione porta con sé. Ci vediamo presto!